logo di mara debora piazza

Make-up sposa: c’è solo una protagonista, LEI.

debora mentre lavora con l'aerografo su una modella

Sul make-up per le spose si è detto tanto, in lungo e largo.

Quello che non è stato ancora detto abbastanza è che, quando si parla di make-up per il matrimonio, c’è solo una protagonista: LA SPOSA.

Lo so, dovrebbe essere scontato. Eppure mi è capitato spesso di parlare con donne che hanno vissuto il loro giorno più bello a disagio: “non mi sentivo io”, “era troppo pesante”, “era troppo leggero”, “non ero convinta dei colori”, “l’avrei voluto più deciso”. Sono solo alcune delle lamentele che ho raccolto da amiche, famigliari o clienti sedute al mio tavolo manicure.

Capita che, alcuni professionisti del make-up (e parrucchieri!), impongano la loro visione, il loro gusto, le loro ragioni. Ascoltando poco, interpretando poco, disattendendo molto, le aspettative ed i desideri della cliente.

La futura sposa è una donna che ha bisogno di guida, nelle sue scelte, non di essere sopraffatta.

Ed è facendo tesoro di questa regola incontrovertibile che bisogna approcciare l’intero processo che porterà alla realizzazione del trucco per il grande giorno.

make-up-sposa-debora-mara-piazza

5 Step per un Make-up da Sposa di Successo

L’ascolto – è probabile che la cliente approcci l’argomento con noi al telefono, via mail, su Facebook o nel nostro salone. È importante non limitarsi a farsi dire la data fissata per l’evento e procedere ad elencare quelli che sono le policy ed i costi del servizio che siamo solite applicare. Invitiamo la cliente per un colloquio viso a viso. Ascoltarla, prima di “dirle”, è la strada per entrare in sintonia con lei.

Il colloquio – per fare una chiacchierata produttiva con la nostra futura sposa, non dobbiamo avere i minuti contati. Assicuriamoci di aver riservato al nostro appuntamento conoscitivo il tempo adeguato. Facciamo domande aperte e lasciamo che sia lei a raccontare, carpendo quante più informazioni utili possibili per farci una idea dei suoi bisogni, desideri, visione. Se è una donna acqua e sapone, trasformarla in una sexy kitten non è una scelta saggia, o viceversa. Se capiamo che vorrebbe osare ma ha bisogno di incoraggiamento, diamole una spintina in quella direzione ma senza lanciarla senza paracadute. È vero che il trucco deve essere eseguito anche in funzione di eventuali foto e video ma la sposa non è una modella o un’attrice che va in scena. La sposa è una donna in carne ed ossa che vivrà con timore, gioia, sentimento e intensità la sua giornata. Il trucco che le proponiamo deve SEMPRE essere credibile nella vita reale, non solo nelle foto o nei video. Prendiamo nota delle cose che ci ha detto, del tipo di matrimonio che sta organizzando, della location, se sarà di sera o di mattina, cerimonia religiosa o cerimonia in comune. Insomma, tutto ci è utile per avvicinarci, il più possibile, a quello che la renderà felice.

Il  coordinamento – il make-up, l’acconciatura, l’abito e il tipo di matrimonio (formale, raccolto, grandioso, a tema, minimal, principesco), devono essere coordinati e coerenti. Tutti gli elementi che compongono la giornata devono esprimere armonia, il make-up non è un’entità a se stante. Deve, invece, essere un tassello con incastro perfetto nel resto dell’evento. Chiedere una foto dell’abito e dell’acconciatura che sarò realizzata, sapere che tipo di bouquet e quali fiori saranno utilizzati. Tenere presente la personalità e lo stile quotidiano della sposa. Tutto va valutato prima di immaginare e proporre il make-up. Nulla al caso!

Le prove – sono uno step fondamentale per catturare al meglio il look che accompagnerà la sposa nel giorno delle nozze. I fattori da tenere in considerazione sono tanti: il suo tipo di pelle, la sua famigliarità (o assenza di) con il trucco, le foto che saranno scattate, il tipo di prodotti da usare, le soluzioni cromatiche. La protagonista è LEI. Il nostro ego professionale non conta. Il trucco è l’accento di colore e chiaro/scuri, che mette insieme tutto, nascodendo imperfezioni ed esaltando i lineamenti del viso, il vero ricettacolo delle sue emozioni. Io consiglio sempre più di una prova, tre il numero ottimale.

La realizzazione – a quel giorno bisogna arrivare super organizzate, sapendo esattamente cosa si dovrà realizzare, avendo preparato il kit, tenendo sotto controllo i tempi ma anche la possibilità di sorprese: occhiaie per poco sonno, pelle irritata da stress, colorito spento, viso stanco… la sposa arriva al giorno del suo matrimonio dopo una lunghissima maratona di organizzazione. Avere con sè prodotti di skincare che possano aiutare a riequilibrare e normalizzare le condizioni della pelle (maschere viso, creme SOS, maschere occhi, creme viso ed occhi) fanno parte dell’arsenale di una make-up artist lungimirante tanto quanto i prodotti per truccare. Mai farsi cogliere impreparate.

Se questi 5 step sono condotti in modo adeguato e preciso, la nostra sposa sarà sempre protagonista. Cosa ne dite?

trucco-sposa-debora-mara-piazza

Avete altri consigli da aggiungere per rendere la SPOSA la sola, vera, felicissima protagonista? Raccontatemelo nei commenti.

 

A cura di Debora Mara Piazza

 

Contatto media e business, PR Manager: Katia @ KA-C Katia Anna Calabrò

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedInEmailCondividi
Article Tags : , ,
Debora Mara Piazza
Related Posts

Discussion about this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *